Copyright e Web

24/02/2017


Il Copyright: americano, europeo o mondiale?  
La parola copyright designa inizialmente la nozione di diritto d’autore rispetto alla legislazione americana (Titolo 17 del Codice degli Stati Uniti).Negli USA, contrariamente al diritto d’autore conosciuto in Europa (Belgio, Francia, Italia, Spagna...) e per qualcuno dei 164 firmatari della Convenzione di Berna, il Copyright esige il suo deposito, non per far esistere tale diritto, ma per farne valere i propri diritti sul territorio medesimo. Nel nostro paese il Copyright è un diritto automatico, il cui deposito non detiene, ma prova il diritto di esistenza della creazione, a condizione che essa sia originale.La menzione di Copyright, anche se puramente indicativa, è formalizzata tramite il simbolo Copyright ©, seguita dall’anno di pubblicazione, dal cognome dell’autore (o della società che ha depositato il copyright).
La nostra concezione di Copyright in un’ottica internazionale:

- Il Copyright rappresenta il diritto automatico - il diritto d'autore - conferito all’autore riguardo alla propria creazione, senza formalità.

- Il deposito del copyright di un’opera (sia essa letteraria, artistica o musicale) consente di provare che si è l’autore, per evitare i casi (numerosi) nei quali non si è in grado di provare di esserne veramente l’autore o di provare la data di creazione di un’opera (data certa e prova d'anteriorità sono la chiave per un’azione legale contro copia o plagio).


-A meno che non si debbano percepire dei diritti da società di gestione di diritti d’autore americano, il deposito del copyright, attribuendo ufficialmente e in modo certo la prova di creazione, di paternità, di copyright, di anteriorità di tale copyright, è valido in tutti i paesi firmatari (tra cui gli USA) della Convenzione di Berna, e permette di far valere i propri diritti in tutti questi paesi.

-Il Copyright ha un valore particolarmente forte (in quanto un deposito di Copyright è accessibile via internet) in Europa e nelle Americhe.

-Il deposito del Copyright deve essere fatto non appena l’opera viene conclusa.

-Ogni qualvolta l’opera venga modificata (aggiornata, modificata…), è auspicabile depositarla nuovamente, affinché il deposito del Copyright contenga gli elementi più recenti (quindi la versione completa) dell’opera da tutelare.